PENSIERO

La mia ricerca parte dall’interesse verso gli spazi interni di locali o abitazioni.

Camere, luoghi di lavoro o di transito, esercitano tutte su di noi inconsapevolmente un’azione attiva e costante nelle nostre vite.

La storia dello spazio abitato è pure la storia particolare dell’uomo che, fin dai suoi primordi, dapprima per soddisfare la necessità vitale di trovare un riparo, è poi oggi arrivata a nuove possibilità che ci permettono di sviluppare con esso un rapporto complesso.

Lo spazio ha il potere di cambiare direttamente la qualità della nostra vita, di produrre benessere o malessere quando modificato dipendentemente a partire dalla sua progettazione strutturale, alla quale si aggiunge l’altra fondamentale variabile dell’arredamento.

Quest’ultima è la somma delle numerose e piccole scelte e accorgimenti, effetti indiretti del passaggio della vita intercorsa nello spazio, e di cui l’aspetto estetico svolge il ruolo più rilevante potendone esso schiudere le sue potenzialità. Un fenomeno questo di creatività quotidiana estesa e necessaria a tutti.

I miei lavori vengono concepiti da e a partire da queste dinamiche e influenze verificatesi in primo luogo nel loro stesso spazio di concepimento e sviluppo dello studio.

L’origine del quadro non è dunque concettuale, ma parte dall’esperienza diretta con lo spazio da me in prima persona vissuta; dall’altra parte, allo stesso modo, l’effetto desiderato non vuole andare a dilettare la mente, ma cerca unicamente di suscitare nell’osservatore, attraverso le sue varie componenti, un effetto di rasserenante e di calmante presenza e consapevolezza.

Questa ricerca si avvalora infine di un ulteriore e ultimo significato spirituale alla base dell’effetto provocato dall’opera; quello di unità che si realizza attraverso la rimozione di porte e/o finestre che vengono intese come separazioni portatrici di disequilibrio.

BIO

Irene Bulletti nasce a Firenze nel 1992. Dopo aver frequentato il liceo artistico Leon Battista Alberti, si iscrive e termina il corso triennale presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Impegnata nella ricerca e realizzazione di lavori grafico-pittorici.
Vive e lavora a Firenze.

C.V.

2018 MOSTRA COLLETTIVA scuola Richmond- Firenze, 11- 27 Novembre.

2018 MOSTRA PERSONALE “LA POETICA DELLO SPAZIO” Montebeni, Fiesole-Firenze, 29 settembre- 21 ottobre 2018.

2017 MOSTRA PERSONALE ” IL NIDO” presso The Speakeasy 23, via San Niccolò 23r.

2014 al 2017 ASSOCIAZIONE GRUPPO ARTISTI FIESOLANI. 

2013 PROGETTO DISEGNO FIABA “Le Avventure del Camaleonte ” Bibblioteca delle Oblate, Firenze in collaborazione con Creative Corner, Via Fra D’ Buonvicini 17/A.

2012 MOSTRA COLLETTIVA “UN TEMPO PER L’ARTE” Sala archi Villa Pozzolini, Viale Guidoni,188 Firenze 16-23 giugno.

2011 MOSTRA PERSONALE presso Suol Kitchen, via dei Benci 24r, Firenze.

2010 MOSTRA PERSONALE presso Oibò, Borgo dei Greci 1, Firenze.

2009 MOSTRA PERSONALE presso Sweet bar, Via dei Ripoli 2, Firenze.

2003 MOSTRA COLLETTIVA ” CONTIGUO”, Palazzo dei cartelloni Onlus 16-31 gennaio 2003, scuola Saci-Firenze, Via Sant’ Antonio 11.

foto bio

 

 

PENSIERO

La mia ricerca parte dall’interesse verso gli spazi interni di locali o abitazioni.

Camere, luoghi di lavoro o di transito, esercitano tutte su di noi inconsapevolmente un’azione attiva e costante nelle nostre vite.

La storia dello spazio abitato è pure la storia particolare dell’uomo che, fin dai suoi primordi, dapprima per soddisfare la necessità vitale di trovare un riparo, è poi oggi arrivata a nuove possibilità che ci permettono di sviluppare con esso un rapporto complesso.

Lo spazio ha il potere di cambiare direttamente la qualità della nostra vita, di produrre benessere o malessere quando modificato dipendentemente a partire dalla sua progettazione strutturale, alla quale si aggiunge l’altra fondamentale variabile dell’arredamento.

Quest’ultima è la somma delle numerose e piccole scelte e accorgimenti, effetti indiretti del passaggio della vita intercorsa nello spazio, e di cui l’aspetto estetico svolge il ruolo più rilevante potendone esso schiudere le sue potenzialità. Un fenomeno questo di creatività quotidiana estesa e necessaria a tutti.

I miei lavori vengono concepiti da e a partire da queste dinamiche e influenze verificatesi in primo luogo nel loro stesso spazio di concepimento e sviluppo dello studio.

L’origine del quadro non è dunque concettuale, ma parte dall’esperienza diretta con lo spazio da me in prima persona vissuta; dall’altra parte, allo stesso modo, l’effetto desiderato non vuole andare a dilettare la mente, ma cerca unicamente di suscitare nell’osservatore, attraverso le sue varie componenti, un effetto di rasserenante e di calmante presenza e consapevolezza.

Questa ricerca si avvalora infine di un ulteriore e ultimo significato spirituale alla base dell’effetto provocato dall’opera; quello di unità che si realizza attraverso la rimozione di porte e/o finestre che vengono intese come separazioni portatrici di disequilibrio.


BIO

Irene Bulletti nasce a Firenze nel 1992. Dopo aver frequentato il liceo artistico Leon Battista Alberti, si iscrive e termina il corso triennale presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Impegnata nella ricerca e realizzazione di lavori grafico-pittorici.
Vive e lavora a Firenze.


C.V.

2018 MOSTRA COLLETTIVA scuola Richmond- Firenze, 11- 27 Novembre.

2018 MOSTRA PERSONALE “LA POETICA DELLO SPAZIO” Montebeni, Fiesole-Firenze, 29 settembre- 21 ottobre 2018.

2017 MOSTRA PERSONALE ” IL NIDO” presso The Speakeasy 23, via San Niccolò 23r.

2014 al 2017 ASSOCIAZIONE GRUPPO ARTISTI FIESOLANI. 

2013 PROGETTO DISEGNO FIABA “Le Avventure del Camaleonte ” Bibblioteca delle Oblate, Firenze in collaborazione con Creative Corner, Via Fra D’ Buonvicini 17/A.

2012 MOSTRA COLLETTIVA “UN TEMPO PER L’ARTE” Sala archi Villa Pozzolini, Viale Guidoni,188 Firenze 16-23 giugno.

2011 MOSTRA PERSONALE presso Suol Kitchen, via dei Benci 24r, Firenze.

2010 MOSTRA PERSONALE presso Oibò, Borgo dei Greci 1, Firenze.

2009 MOSTRA PERSONALE presso Sweet bar, Via dei Ripoli 2, Firenze.

2003 MOSTRA COLLETTIVA ” CONTIGUO”, Palazzo dei cartelloni Onlus 16-31 gennaio 2003, scuola Saci-Firenze, Via Sant’ Antonio 11.